Migliori cuffie bluetooth. Guida all’acquisto

Torna a Blog
migliori cuffie bluetooth

Migliori cuffie bluetooth. Guida all’acquisto

In questo articolo vediamo cosa prendere in considerazione per scegliere le migliori cuffie bluetooth. Oltre ad eliminare il fastidioso problema del filo che si attorciglia su se stesso, oltre che su altri oggetti, le cuffie Bluetooth hanno riscosso un notevole successo nella visualizzazione dei film, nell’ascolto di musica e di podcast, assicurando massima libertà di movimento.

Come scegliere le migliori cuffie Bluetooth? In questa guida all’acquisto, ti sveliamo tutta una serie di consigli utili, volti a semplificare la tua decisione finale sul prodotto verso il quale orientarti. Eh sì … d’altronde lo sappiamo anche noi. La concorrenza nel settore è davvero fortissima e le alternative non mancano di certo. Capire perché un modello è più performante di un altro o perché una versione è più adatta alle tue esigenze rispetto ad un’altra, non è mai cosa semplice. Ecco, pertanto, tutto ciò che c’è da sapere in materia di caratteristiche tecniche delle cuffie Bluetooth.

Migliori cuffie bluetooth: Dimensioni, peso e formato

È risaputo che i modelli di cuffie Bluetooth tendano a differire per dimensioni, peso e formato. Partiamo proprio da quest’ultima caratteristica. Le versioni maggiormente diffuse sono quelle over-ear, contraddistinte dai cuscinetti che avvolgono del tutto le orecchie e che, a fronte di un peso e di dimensioni superiori, garantiscono maggiore isolamento dai rumori provenienti dall’ambiente estero. Viceversa, le versioni on-ear, ugualmente diffuse in commercio, presentano cuscinetti che si appoggiano sulle orecchie, senza avvolgerle del tutto. Sono sì più leggere, ma meno performanti in termini di isolamento acustico.

Infine ci sono le cuffie in ear, più comunemente chiamati auricolari e che rimandiamo a questo articolo dedicato.

A livello generale, le cuffie Bluetooth, comunque, appaiono più ingombranti e più pesanti rispetto ad altri modelli, per via della presenza della batteria che, per il corretto funzionamento, necessita di una carica periodica. Perciò, occhio ai tempi di ricarica e all’autonomia. Quando d’un tratto la batteria si scarica, la tua musica prediletta la puoi ascoltare ricorrendo ai cavi. Una soluzione d’emergenza che è bene avere sempre a portata di mano.

Quale versione Bluetooth viene supportata dalle cuffie?

Nella guida all’acquisto dei suddetti modelli, urge tenere in considerazione che le generazioni di Bluetooth supportate sono differenti. Senza bisogno di addentrarci in aspetti eccessivamente tecnici, nella guida all’acquisto, è bene sempre valutare il supporto all’ultima versione di Bluetooth. Il motivo ha strettamente a che fare con una questione di ottimizzazione dei consumi energetici, parametro che indice inevitabilmente anche sulla durata della batteria. Inoltre, con il supporto dell’ultima versione Bluetooth si registrano anche meno problematiche in termini di interferenze con i vari segnali di natura wireless. In uno scenario sempre più multi-tasking, l’acquisto di un modello equipaggiato di supporto alla tecnologia multipoint può davvero fare la differenza in termini di utilizzo. Poter abbinare in simultanea le cuffie Bluetooth a due o più dispositivi è un vantaggio tutt’altro che indifferente. Non sei anche tu di quest’avviso?

Raggio di azione

In linea di massima, le migliori cuffie Bluetooth presentano un raggio di azione attorno ai 10 metri. Tuttavia, le distanze supportate dai modelli di ultima generazione si dimostrano superiori.

Stereo vs surround

Il supporto dei canali audio necessita di una precisazione. La versione stereo ne supporta due. Quella surround assicura un suono più spazioso, emulando i software dell’audio a 5.1 o a 7.1 canali. La questione è che trattasi quasi sempre di surrond virtuale, contraddistinto ugualmente dal ricorso ai due speaker. Sono se le cuffie Bluetooth presentano più canali audio effettivi, a fronte di un prezzo ampiamente superiore, sono in grado di fare un lavoro eccellente. Se il surround è virtuale, pertanto, la differenza con i modelli stereo è minima.

Chip NFC e Apple H1 / W1

Nella guida all’acquisto delle migliori cuffie Bluetooth, non va dimenticato che la tecnologia dei dispositivi mobili, e in particolare quella degli smartphone, negli ultimi anni si è evoluta in maniera consistente. Ergo, l’abbinamento di queste cuffie con i pc, con i tablet e con gli smartphone appare decisamente più semplice. Il merito è ad esempio dei chip NFC.

Per quanto riguarda il chip Apple W1 o Apple H1, l’abbinamento delle cuffie Beats con iPhone, iPad, Apple TV e Mac risulta immediato più che mai. Il bello? Non occorrono operazioni di pairing, in quanto le cuffie sono associate ad un unico ID utente

Microfono e controlli

Quasi tutte le versioni di cuffie Bluetooth possono contare su un microfono e su appositi controlli. Il microfono si dimostra imprescindibile per interagire con Siri e con i vari assistenti personali. I controlli ricoprono un ruolo di cruciale importanza quando si tratta di gestire al meglio le telefonate, di dare il via alla riproduzione delle tracce musicali e di regolare il volume in base alle esigenze individuali. Quasi sempre, il posizionamento dei controlli e del microfono è su uno dei due padiglioni delle cuffie Bluetooth. Massima attenzione, però, in fase di acquisto, visto che spesso i controlli non risultano universali. Questo vuol dire che possono funzionare solo su alcuni smartphone e non su altri. Per questo motivo, prima ancora di procedere all’acquisto finale delle cuffie Bluetooth, è scelta saggia controllare su internet (o chiedere direttamente al produttore), se il tuo dispositivo mobile risulta supportato.

Cancellazione del rumore in sottofondo

Quanto è fastidioso il rumore in sottofondo proveniente dall’ambiente esterno. Non trovi anche tu? Per bypassare il problema, i modelli più sofisticati di cuffie Bluetooth dispongono di una tecnologia attiva, in grado di cancellare il rumore in sottofondo. All’interno dei padiglioni delle cuffie Bluetooth maggiormente performanti, infatti, sono presenti tutta una serie di microfoni di piccola dimensione, in grado di mettere a tacere anche i rumori più fastidiosi. Le versioni così all’avanguardia costano senza ombra di dubbio di più. Tuttavia, credici. Acquistando un modello di un brand conosciuto, il gioco vale davvero la candela. Attenzione solo al fatto che la batteria disponga di sufficiente autonomia, per il semplice motivo che la suddetta funzione si dimostra alquanto dispendiosa a livello di consumi energetici.

aptX e Hi-Res audio: due supporti che sono un quid in più

Se rientri nella categoria degli audiofili incalliti, la qualità riprodotta a livello sonoro per essere ai massimi livelli, necessità del supporto a due standard, quali aptX e Hi-Res audio. Di cosa si tratta in sostanza? L’aptX è un codec di tipo audio, utile per lo streaming musicale a 24 bit. Il risultato finale si dimostra superiore rispetto alla tradizionale trasmissione Bluetooth. Come sfruttarlo appieno? Il dispositivo mobile adottato a mo’ di sorgente audio deve necessariamente essere compatibile con lo standard tecnologico in questione.

Capitolo Hi-Res audio. Trattasi di uno standard tecnologico che permette alle cuffie Bluetooth di riprodurre brani musicali a 24 bit/96 kHz. Trattasi di uno standard di per sé già superiore a quello garantito dai normali CD audio (16 bit/44,1 kHz).

Frequenza, Sensibilità e Impedenza

In quanto a frequenza, sensibilità e impedenza, ti rimando alla lettura del nostro articolo “Cuffie Professionali. Come sceglierle“.

Supporto alle mobile app

La possibilità di poter comandare in remoto le cuffie Bluetooth mediante l’apposita mobile app di turno è un vantaggio considerevole. Poco ma sicuro!

Conclusioni

Con queste dritte, sarai in grado di scegliere con maggiore facilità le cuffie Bluetooth più in linea con le tue effettive esigenze. Non dimenticare di dare sempre un’occhiata a quanto riportato nei forum a tema. Le recensioni degli utenti sono molto importanti e possono darti una mano considerevole in fase di scelta.

Condividi questo post

Comment (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna a Blog