0-image001.jpg@01CF83EE.95C0CF50-image001

Recensione Senneheiser HD 800

 

SennHD8001  Recensione Senneheiser HD 800

Senneheiser HD 800

 

INTRODUZIONE ALLE CUFFIE Senneheiser HD 800

 Da quello che si ricava dal sito del produttore, le cuffie  Senneheiser HD 800 sono il frutto di studi ed esperienze sul campo durate quasi 60 anni. Il che non è cosa da sottovalutare anche in considerazione del fatto che stiamo comunque parlando di esperienze di successo con modelli di cuffie HiFi consolidati ( HD600, HD650  solo  per citarne alcuni) che hanno ampiamente dimostrato sul mercato di cosa è capace l’azienda tedesca. In questo caso  per gli ingegneri Sennheiser, la sfida con queste cuffie, è stata quella di riprodurre elettronicamente il suono dal vivo con la massima fedeltà mai raggiunta prima. Il suono naturale quindi contro quello digitale. Queste cuffie HiFi hifi sono state progettate con l’intento di creare una sensazione di “presenza” e naturalezza mai sperimentata prima. Ci sono riusciti?

 

CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE CUFFIE  Senneheiser HD 800

Risposta di frequenza (cuffie HiFi) 6 – 51000 Hz (-10 dB)
Risposta di frequenza (cuffie HiFi) 14 – 44100 Hz (- 3 dB)
Trasduttore principale dynamic, open
Impedenza nominale 300 Ohm
Pressione livello sonorol (SPL) 102 dB
THD, distorsione armonica totale 0.02 % (1kHz/1Vrms)
Pressione a contatto 3.4 N (± 0.3 N) approx.
Tipologia circumaurale
Peso senza cavo 330 g
Connettore jack ¼” (6.3 mm) stereo
Lunghezza cavo 3m

 

CONFEZIONE DELLE CUFFIE

 

 

 

box 300x300  Recensione Senneheiser HD 800

Confezione delle cuffie Sennheiser HD 800

 

Una scatola di  robust0 cartone a doppio strato  con cerniera interna in metallo. Questa soluzione di “scatola – nella scatola” è sicuramente una raffinatezza  in quanto conferisce un aspetto lussuoso alla confezione ma  non dispone di maniglia o di dispositivo di chiusura, rendendola inutile al trasporto delle cuffie Senneheiser HD 800. Tutto sommato le cuffie in questione sono comunque un oggetto poco adatto al trasporto e prediligono la comodità del salotto o del nostro desktop quindi la scelta non è assolutamente fuori luogo.

 

STRUTTURA & DESIGN DELLE CUFFIE

 

sennheiser hd800 cross section 300x210  Recensione Senneheiser HD 800griglia  Recensione Senneheiser HD 800cuscini  Recensione Senneheiser HD 800

 

 

Sulle cuffie  Senneheiser HD 800

non è “sopravissuto” neanche uno dei componenti delle HD600/650. Alla sede auricolare in acciaio inossidabile è stata anche aggiunta una griglia in Leona (un materiale plastico rigido molto resistente); per le coppe auricolari sono stai inseriti dei cuscini  in microfibra derivati da materiali usati nell’industria automobilistica dedicata alle sportive di lusso. L’innovazione fondamentale che caratterizza queste cuffie HiFi è data dall’impiego di trasduttori acustici da 56 mm, decisamente una dimensione che non si trova in nessuna altra concorrente sul mercato. Ora il problema è che un trasduttore di queste dimensioni può generare risonanze non gradite sulle alte frequenze, ma Sennheiser come soluzione ha implementato un design ad anello che elimina tutte le risonanze anche quelle che nemmeno l’impiego di lamine in duofol riuscivano a risolvere. Il risultato è una distorsione armonica inferiore allo 0,02% ad una pressione sonora di 100dB a 1kHz! Come se non bastasse le coppe auricolari sono leggermente angolate in modo da trasmettere le onde sonore con il realismo dei tipici diffusori stereo riproducendo l’ambiente a triangolo equilatero ripetto alla posizione centrale dell’ascoltatore. Risultato: spazialità e scena acustica credibile.

 

ALTI

 Come spiegato, l’adozione di trasduttori così grandi sicuramente beneficia le frequenze medie e ancora di più quelle basse, ma gli alti? Bè a nostro parere in queste cuffie, forse è proprio questo il tallone d’Achille di queste innovative cuffie HiFi stereo. Non vogliamo con questo dire che gli alti sono di cattiva qualità, anzi tutt’altro, ma da molte recensioni si deduce che le cuffie Senneheiser Senneheiser HD 800 abbiano una tendenza a esprimere delle alte frequenze un pò troppo acute, alle volte non troppo naturali. Parliamo di alti estremamente chiari, trasparenti ma non necessariamente neutri e qualche volta leggermente sibilianti (come riportato da Skylab nella sua recensione). Non tutti sembrano essere d’accordo sul fatto che queste pronunciate velleità nei confronti delle tonalità alte possano essere in qualche maniera un aspetto negativo. Ma come sempre dipende dai gusti e devo confessare che dopo aver ascoltato le cuffie Senneheiser HD 800 per quasi una settimana, con diverse fonti di amplificazione (valvole e solid state) mi trovo d’accordo con coloro che pensano che una cuffia hifi con questo target price dovrebbe non avere “imperfezioni” di questo tipo.

 

 MEDI

 Ecco dove le cuffie Senneheiser Senneheiser HD 800 dimostrano tutta la loro forza. Il suono di questo  modello si  avvicina di più a quello dei diffusori che  non  a  quello  tipico  di cuffie HiFi, nel senso che liberando una grande spazialità si riescono ad apprezzare meglio anche le medie frequenze che non hanno nulla di costipato o sacrificato in termini di limpidezza e precisione. Molto armonici non  analitici. Certo molto dipende dalla fonte e dal sistema di  amplificazione, in quanto la Senneheiser HD 800 ti fa sentire tutto, nel bene e nel male. Con questi presupposti,  i medi sono completamente fruibili al top del potenziale della cuffia; le voci sia maschili  che femminili hanno una  resa perfetta, realistica e coinvolgente.

 

 BASSI

 Se siete degli  appassionati di bassi viscerali e vibranti o comunque molto pronunciati,   le Senneheiser HD 800 non fanno per voi. Non che i bassi siano troppo deboli, anzi  sono molto precisi ed intervengono solo quando richiesti,  ma hanno bisogno di una  buona spinta per uscire allo scoperto  questo significa accoppiare le Senneheiser HD 800 ad un amplificatore decisamente serio. Considerando che queste cuffie HiFi sono  state progettate per una riproduzione  assolutamente neutra, può essere che la mancanza di  colorazione  nelle frequenze basse non  sia roba per tutti. Al di  là di questo resta il fatto che il volume e la profondità dei  bassi hanno un’estensione molto ampia ma in termini di  quantità ci saremmo aspettati qualcosa in più.

 

 SCENA SONORA DELLE CUFFIE

 Fantastica. Il posizionamento degli  strumenti in queste cuffie è perfettamente riconoscibile e la sensazione  di  essere lì  sul palco con chi suona  è  veramente appagante. Soundstage ampio, preciso e pieno di respiro; raramente una cuffi hifi offre una vista così ampia della scena, forse la Senneheiser HD 800 è l’unica che riesce a spostare il suono al di fuori della testa e a posizionarlo intorno all’ascoltatore in maniera così realistica. Decisamente la caratteristica migliore di questa cuffia.

 

 

CONCLUSIONI

 

VOTO : 9

 

Le cuffie Sennheiser Senneheiser HD 800 si colloca al vertice  tra le cuffie HiFi al top  a livello mondiale insieme alle Beyerdynamic T1, Audeze LCD-2, Hifiman HE-6. Con un’impedenza do 300 hOms questa cuffia ha decisamente bisogno di amplificatori adeguati; con la  giusta amplificazione infatti ne giovano moltissimo le basse frequenze che riescono a rivelare tutta la loro potenzialità.

 

 

moneta e1303294447100  Recensione Senneheiser HD 800 Intorno ai €. 1.000 sul web
pollice su  Recensione Senneheiser HD 800
  • Fedeltà e definizione sonora
  • Scena Sonora
  • Qualità componenti e assemblaggio
pollice giu  Recensione Senneheiser HD 800
  • Frequenze alte un pò pronunciate
  • Piuttosto costosa
  • Non troppo comoda da usare durante spostamenti

LINK AL PRODUTTORE : SENNHEISER

PUOI ACQUISTARLA QUI : Sennheiser HD 800

Google
 
Summary
Reviewer
CUFFIEHIFI
Review Date
Reviewed Item
Senneheiser HD 800
m4s0n501
27 Responses to Recensione Senneheiser HD 800
  1. pepernuk

    Ciao è da tempo che seguo il tuo blog perchè voglio entrare nel mondo hi-fi.
    Per una grande combinazione che ho avuto, ho ricevuto dei punti aziendali che ho convertito in voucher fnac acquistando le mitiche Sennheiser HD800 a 799€. Il problema è che adesso mi trasferisco e non posso portare con me l’impianto hi-fi di mio padre. Mi potresti dare un consiglio di acquisto DAC – Amplificatore?
    Solo una cosa, io ho solo un macbook come sorgente ed in futuro penso di acquistare un impianto stereo.
    Grazie.

    Ciao,
    Angelo

  2. SoundHead

    ciao pepernuk e benvenuto,

    cpmplimenti per la HD 800, veramente una grande cuffia. Immagino che tu ti riferisca ad un amplificatore portatile. Da abbinare al tuo macbook mi sentirei di consigliarti quanto segue:

    NuForce Icon HDP : ha tutte le entrate ed uscite del mondo,arriva a 600 oHm, fa anche da preamp e dispone di un DAC veramente notevole ( questa è sempre la mia scelta preferita quando viaggio, e non solo).

    iBasso DX 100 : sembra da quello che leggo in giro che possa fare al tuo caso. Sto aspettando che me lo mandino per recensirlo. Questo è più caro dell’HDP, ma tutto sommato per le HD 800 non è facile trovare qualcosa che le riesca a controllare a dovere senza innervosire il portafogli.

    Fammi sapere;-)

  3. marco

    Scusate ho sbagliato: ho inserito il mio commento come se fosse una domanda/commento al commento di Angelo!
    Lo riscrivo a parte.

    Ciao, sono nuovo di qui.
    Desideravo sapere, parlando di amplificazioni dedicate a cuffie Hi-Fi quali Sennheiser Hd 650, HD 800 e Beyerdynamic Tesla T1, se andrebbe bene un RUDISTOR RP 5.1 che è un A-Class OTL con cablaggi interni in argento e capace di pilotare cuffie con impedenze 24 – 600 Ohm.

    Marco

  4. SoundHead

    ciao Marco,
    non ho mai provato il Rudistor RP 5.1 ancora. Ho letto in giro che è un ottimi ampli, e il fato che sia un OTL confermerebbe la sinergia con cuffie ad alta impedenza come le HD 800 e T1. Non ideale per le hd 650, ma sicuramente da non sottovalutare.

  5. marco

    Grazie per la risposta

    Effettivamente il fatto che sia un OTL è indicazione di sinergia con cuffie alta impedenza anche se, a dire il vero, credevo che tale sinergia fosse più accentuata tra l’Rp 5.1 e HD 650/HD 800 visto l’impedenza di “soli” 300 Ohm, fatto confermato un po’ ovunque tra i vari forum di appassionati.
    Pensavo che con 600 Ohm di impedenza la T1 fosse ancora più pretenziosa in fatto di amplificazione ma se tu mi dici che per te andrebbe benissimo allora credo che proverò l’accoppiata!

  6. SoundHead

    Marco attenzione a una cosa:

    OTL non vuol dire che non vada bene per le HD 650… anzi, anche io uso il WA 2 (OTL) con quest’ultime.
    Generalmente gli OTL hanno un segnale più puro perché appunto non passa da trasformatori in uscita.

    Per bassa impedenza io intendo sotto i 50 ohm. Più alta è l’impedenza più il disegno OTL è indicato.
    Le T1, è fatto risaputo e verificabile online, “cantano” con questo tipo di amplificatori. Stessa cosa per le HD 800, che solo con ampli valvolari riescono ad addolcire e arrotondare gli alti nelle frequenze più alte.
    Per le HD 650, che come ripeto io uso spessissimo con il WA 2, probabilmente avrebbero più struttura con valvola non OTL. Stiamo già parlando di cavilli … come al solito con questo hobby ;-)
    fammi sapere

  7. Cuordibue

    Mi sono appena iscritto e debbo fare i complimenti per la qualità e il livello di approfondimento. Mi hanno da poco regalato le HD800 e le ho collegate al mio Docet cuffia amp. come sorgenti uso un lettore cd Audio Analogue Paganini e un giradischi Transrotor Zet 1 con Ortofon 2m black. pre Audio Analogue Bellini.
    sono soddisfatto delle HD800 ma mi chiedevo se potevo ottenere di più migliorando l’amplificazione: che ne dite del Lector Zum e del Docet H2c? sarei poi curioso di sapere come possono suonare i due nuovi ampli di Sennheiser.
    Grazie,
    Cuordibue.

  8. SoundHead

    Ciao Cuordibue e benvenuto tra di noi,
    Allora, per rispondere alla tua domanda dovrei sapere cosa intendi dire per (ottenere di più).
    Il Docet cuffia è un ampli che non ho mai provato, però, e qui ci va un però, non è un valvolare.
    Dico questo perché cuffie come le HD800 e le T1 Beyerdynamic NECESSITANO di un buon valvolare.
    Immagino che la tua ricerca di qualcosa di meglio si riferisca al fatto che le frequenze basse non siano enfatizzate, e gli alti al contrario sono un po’ troppo acuti in certe registrazioni.
    Se questo è il problema allora un valvolare aggiusterebbe tutto. Sopratutto un OTL, cioè senza trasformatore interno.
    Del Docet H2C so ancora troppo poco per azzardare ipotesi. Anche il Denon è un solid state e quindi non lo consiglio con cuffie di questo livello. Andrebbe bene per le Audezee LCD2, ma no di sicuro per le tue.
    Fammi sapere.????

  9. Cuordibue

    Grazie per l’immediata risposta.
    Hai centrato la questione: un pochino più di “corpo” nel suono con i bassi più presenti renderebbero le HD 800 perfette. Visto che mi dici che un valvolare è indispensabile, e avendo letto sia le tue recensioni che i tuoi commenti, ho visto tra le possibili opzioni gli OTL Woo Audio WA 2 e WA 3. Tu li hai provati? E’ giustificata la differenza di prezzo (uno il doppio dell’altro)?
    Sai nulla dei nuovi ampli per cuffia Sennheiser HDVD 800 e HDVA 600, che dicono essere stati pensati apposta per HD 800 e HD 700? Vero è che non sono valvolari….
    Grazie.